Alimentazione in gravidanza

alimentazione in gravidanza

L’ Alimentazione in gravidanza  è molto importante perché le donne incinte hanno esigenze dietetiche particolari. Hanno bisogno di seguire una dieta sana, non solo per il loro corpo, ma (ancora più importante), anche per lo sviluppo e la crescita del loro bambino. L’espressione “mangiare per due” descrive chiaramente questa necessità di una maggiore assunzione di nutrienti durante la gravidanza. Alcune donne, purtroppo, interpretano questo come riempire il loro stomaco di cibo. Sebbene è consigliabile che le donne in gravidanza aumentino di peso di una certa quantità durante la gravidanza, ingrassare per l’assunzione di troppo cibo può essere pericoloso. Mangiare per due non significa aumentare la assunzione di cibo, ma si riferisce al miglioramento della qualità della propria dieta. Quello che le donne in gravidanza devono tenere a mente è che il bambino non è grande come un adulto, e quindi il suo consumo di alimenti è notevolmente diverso.

La gravidanza è governata da diversi processi complessi che richiedono che le donne aumentino la disponibilità di vitamine e minerali nei loro corpi, al fine di soddisfare le richieste di un aumento della disponibilità di sangue, di crescita dei tessuti materni, dello sviluppo del feto, e la perdita dei tessuti materni alla nascita, oltre alla preparazione per l’allattamento. La carenza di nutrienti durante la gravidanza può portare dei problemi, e questi possono essere generalmente evitati o compensati se la madre segue una dieta ragionevole. Tra questi problemi di salute ci sono: anemia, fluttuazioni della pressione arteriosa, preeclampsia, trombosi venosa profonda (TVP) e diabete.

I principi fondamentali di una sana alimentazione in gravidanza rimangono gli stessi – molta frutta, verdura e cereali integrali e fonti di proteine ​​magre. Questo è coadiuvato dal fatto che durante la gravidanza, il corpo diventa più efficiente nell’assorbire i nutrienti nel sistema digestivo. Invece di espellerle, il corpo accumula le sostanze nutrienti per immagazzinare vitamine e minerali. Tuttavia, alcuni nutrienti devono essere più presenti nella dieta. Questi nutrienti, come folati (acido folico), calcio, vitamina D, ferro, proteine ​​ed acidi grassi essenziali (EFA), sono essenziali per la crescita e lo sviluppo del bambino.

Ecco le indicazioni principali per una sana alimentazione in gravidanza

  1. Le donne hanno bisogno di più acido folico, e di vitamina B, durante la gravidanza, per sostenere il volume di sangue in aumento e la crescita dei tessuti materni e fetali, e per diminuire nel feto i rischi di difetti del tubo neurale (DTN). I DTN sono gravi anomalie del cervello e del midollo spinale. La mancanza di acido folico può anche aumentare il rischio di parto prematuro, che il bambino sia sottopeso alla nascita e scarsa crescita fetale. Tra le migliori fonti di acido folico ci sono le verdure a foglia verde, gli agrumi, i fagioli ed i piselli secchi, mentre nella forma sintetica l’acido folico si trova negli integratori e negli alimenti arricchiti (come i cereali).
  2. Le donne incinte ed in allattamento hanno bisogno di calcio e vitamina D per mantenere l’integrità delle loro ossa, e per provvedere allo sviluppo scheletrico del feto e la produzione di latte materno. La vitamina D aumenta l’assorbimento intestinale di calcio ed è essenziale per far si che il corpo di utilizzi il calcio in modo efficiente. Il calcio aiuta il sistema circolatorio, muscolare e nervoso a funzionare normalmente. Se non c’è abbastanza calcio nella dieta di una donna incinta, il calcio di cui il bambino ha bisogno sarà preso dalle ossa della madre. Le migliori fonti di calcio e vitamina D sono i prodotti lattiero-caseari.
  3. È necessario un supplemento di ferro durante la gravidanza per aumentare la massa dei globuli rossi nella mamma e per favorire la crescita del feto e della placenta. Il corpo usa il ferro per produrre emoglobina, una proteina presente nei globuli rossi che trasporta l’ossigeno ai tessuti del corpo. Durante la gravidanza la necessità di ferro raddoppia, perché il volume di sangue aumenta per adattarsi ai cambiamenti nel corpo della donna ed il bambino deve creare il suo intero sistema sanguigno. La mancanza di ferro nel sangue può provocare non solo fatica e maggiore suscettibilità alle infezioni, ma può anche aumentare il rischio di parto prematuro che il bambino sia sottopeso alla nascita. Il ferro si trova in abbondanza nella carne rossa magra, nel pollame e nel pesce.
  4. Le proteine ​​sono fondamentali per la crescita del bambino, soprattutto durante il secondo ed il terzo trimestre di gravidanza. Assumere abbastanza proteine ​​è importante sia per la madre che per il bambino, per costruire muscoli ed altri tessuti, enzimi, ormoni e anticorpi. Buone fonti di proteine ​​sono le carni magre, il pollame, il pesce, i fagioli, le noci, ed i prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di (o senza) grassi.
  5. E ‘importante che le donne incinte consumino adeguate quantità di acidi grassi essenziali (EFA) nelle loro abitudini alimentari quotidiane per un corretto sviluppo neurale e visivo del feto.

Le donne sono inoltre incoraggiate dai loro medici a tenere traccia di ciò che mangiano in un diario, per assicurarsi che la loro dieta comprenda tutti i nutrienti necessari. Avere una dieta ragionevole accoppiata ad un sano esercizio fisico leggero contribuirà ad assicurare che sia la madre che il bambino siano sani e felici.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.