Allattamento al seno: poco latte? Ecco le cause

allattamento al seno

L’ allattamento al seno è una delle esperienze più belle che possa fare una donna che ha appena partorito un bimbo. Esso risulta tra i più grandi doni che la natura ci da regalato e per mezzo del quale riusciamo a soddisfare le esigenze dei nostri bambini. Ma quanti dubbi assaltano la neo mamma che si trova per la prima volta ad allattare, e poi, cosa fare se il latte scarseggia?

Che cosa causa una bassa produzione di latte durante l’allattamento?

Vari fattori possono causare una bassa produzione di latte durante l’allattamento, quali attendere troppo prima di iniziare l’allattamento dopo che  il piccolo è nato o l’assunzione di alcuni farmaci. A volte, anche un intervento chirurgico al seno influisce sulla produzione di latte. Fattori come la nascita prematura, l’obesità materna e l’insulino-dipendenza in caso di diabete possono far sì che esso scarseggi.

Ma come sempre, non importa la quantità di latte che si somministra al bambino dal proprio seno, per quello si può sempre rimediare con delle aggiunte di latte artificiale. L’importante è allattare con il cuore. Anche se molte donne si preoccupano della loro bassa produzione di latte, occorre sapere che la produzione di latte materno in quantità insufficiente è rara. In realtà, la maggior parte delle donne producono un terzo in più latte materno rispetto a quello che i loro bambini di solito bevono.

E poi, si può sempre aumentare la produzione di latte facendo così:

  • Allattare al seno il più presto possibile.Non attendete a lungo per iniziare l’allattamento al seno. Instaurate un rapporto “a pelle”  con il bambino subito dopo la nascita e iniziate ad attaccarlo al seno entro la prima ora dopo il parto.
  • Allattare spesso.Per le prime settimane, allattate il bambino almeno ogni due o tre ore. L’allattamento al seno troppo distanziato, spesso può contribuire ad una bassa produzione di latte.
  • Essere attente ai problemi.Va bene se il bambino si attacca ad un solo seno di tanto in tanto – ma se questo accade regolarmente, la produzione di latte diminuisce. Pompate l’altro seno per alleviare la pressione e proteggere la produzione di latte fino a quando il bambino inizi a riprenderlo ad ogni poppata.
  • Non saltare le poppate.Se dovete trascorrere del tempo lontano dal vostro bambino o se scegliete di integrare con l’allattamento artificiale, pompate il vostro seno regolarmente per proteggere la produzione di latte.
  • Tenere a bada il ciuccio.Se scegliete di dare al vostro bambino un ciuccio, dovete attendere almeno 4-6 settimane dopo la nascita. Questo vi darà il tempo di regolarizzare la produzione di latte.
  • Usare i farmaci con cautela.alcuni farmaci fanno diminuire la produzione di latte, compresi i farmaci contenenti pseudoefedrina (Sudafed, Zyrtec D, altri).
  • Evitare alcol e nicotina.Bere alcol e fumare, oltre a far male al bambini, può ridurre la produzione di latte.

Mantenere intatta la produzione di latte durante l’allattamento al seno è importante per la salute del vostro bambino e per la sua crescita. Se siete preoccupati che qualcosa non vada a dovere, parlatene con il medico, vi saprà di certo aiutare.